L'Ilva di Taranto e l'auspicata autocritica di Bersani

La vicenda dell'Ilva è purtroppo una bomba che torna a scoppiare nelle mani di Bersani proprio mentre è impegnato nella decisiva battaglia per la leadership del centrosinistra. È una questione irrisolta, una domanda inevasa: può un dirigente di sinistra e riformista accettare un sostegno economico (donazione dei Riva, documentata, legittima e prevista dalla legge, pari a 98 mila euro, sottoscritta in favore della sua campagna elettorale del 2006), da un imprenditore discusso senza essere coinvolto  dal destino di costui?
L’inchiesta oggi rivela che un secondo candidato alle primarie, il governatore della Puglia, Nichi Vendola, ha elargito simpatie quantomeno inopportune e disponibilità irrituali.
Vero è che anche Forza Italia usufruì dai Riva di una donazione di 245.000 euro, ma il popolo di centrosinistra vuole comportamenti diversi e scelte politiche veramente a sostegno dei lavoratori, non piegate agli interessi delle lobby e dei grandi imprenditori.
Certo questa vicenda mi ricorda tanto quella della Società Autostrade, da cui tutti i partiti, ad eccezione di IDV, accettavano di buona lena le elargizioni. Sarà anche per questo che IDV è invisa a tanti?
Caro Bersani, caro Vendola, da cittadino di centrosinistra, auspico di cuore che da voi, in questo difficile momento per l'economia, per i lavoratori e per i partiti, giungano parole e comportamenti di sana autocritica!

Emilio Iannotta

Articoli correlati per categorie



Comments

0 Responses to "L'Ilva di Taranto e l'auspicata autocritica di Bersani"

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario