La politica al servizio dei cittadini:CONFERENZA STAMPA DI FINE ANNO di CARLO COSTANTINI

Mi sono speso, per quanto ho potuto, per Carlo Costantini quando è stato candidato a presidente della regione Abruzzo. Uscito sconfitto, con grande dignità, ha rinunciato al suo ruolo di Parlamentare per rimanere a fare il consigliere regionale di opposizione. Di seguito pubblico uno stralcio della sua conferenza di fine anno in cui traccia il bilancio di quello che è stato il suo contributo e del gruppo regionale di Italia dei Valori nella finanziaria regionale.

Mi sento di affermare due cose: 1) il mio impegno a favore della sua candidatura a Presidente della regione Abruzzo è stato davvero più che giustificato; 2) il suo modo di essere consigliere regionale è un preciso punto di riferimento per quanti, come il sottoscritto, si accingono a sottoporsi al giudizio degli elettori. Carlo, complimenti davvero.

Emilio Iannotta
Io e i colleghi del Gruppo in Consiglio Regionale concludiamo questo anno sereni. Una serenita’ che deriva dalla convinzione di aver fatto, dall’opposizione, tutto ciò che era nelle nostre possibilita’ e di averlo fatto solo per l’Abruzzo e per gli abruzzesi.
Carlo Costantini

Alle 5 di questa mattina si e’ conclusa la sessione di bilancio con l’approvazione di provvedimenti completamente vuoti e privi di risorse da destinare allo sviluppo ed alla occupazione.
Una sessione di bilancio che ha confermato la oggettiva incapacita’ di Chiodi e della sua maggioranza di mettere in campo le riforme strutturali che, in campo soprattutto sanitario, gli abruzzesi attendono ormai da troppo tempo; riforme strutturali che costituiscono l’unico strumento possibile per tagliare sprechi e per reperire nuove risorse.

La fine dell’anno 2009 ha, pero’, consegnato agli abruzzesi anche una incontrovertibile consapevolezza.

Chiodi non ha deciso nulla nel 2009 per l’Abruzzo e gli abruzzesi non perche’ sta studiando o perche’ non vuole spendere – come ripete da mesi – ma semplicemente perche’ non puo’.

In questa “fiera del nulla” il Gruppo dell’Italia dei Valori, anche grazie ad una prova di vera e propria resistenza fisica, per la quale non finiro’ mai di ringraziare i miei consiglieri regionali, e’ riuscito a determinare l’approvazione di emedamenti che potranno incidere significativamente sul futuro dell’Abruzzo:

1) L’Abruzzo, grazie all’approvazione dell’emendamento n. 51 al dpefr del Gruppo dell’Italia dei Valori, e’ la prima regione in Italia che, dopo l’apertura del Governo alla privatizzazione dell’acqua, ha deciso ufficialmente, in un proprio atto di programmazione, che la gestione del servizio idrico restera’ pubblica e che le multinazionali dell’acqua non troveranno, oggi e nei prossimi anni, alcuno spazio di manovra nella nostra Regione.

2) Dopo otto mesi di slogan vuoti sulla trasparenza della ricostruzione, grazie all’emendamento n. 65 alla finanziaria del Gruppo dell’Italia dei Valori, diventa obbligatoria la pubblicazione in una apposita sezione del sito internet della regione di tutti i dati e di tutte le informazioni concernenti la gestione dell’emergenza e della ricostruzione nei territori colpiti dal sisma del 6 aprile 2009. La gestione del sito non sara’ politica, ma sara’ affidata a 5 esperti (di informatica, cosi’ come di comunicazione) scelti dal Consiglio Regionale, che opereranno gratuitamente, salvo rimborsi spese. Il sito dovra’ essere allestito entro 90 giorni dalla pubblicazione della legge.

3) La Citta’ de L’Aquila ed il suo centro storico, completamente ignorato negli atti di programmazione della Regione dal PdL, incassa grazie alla approvazione di due emendamenti del Gruppo dell’Italia dei Valori al dpefr ed alla finanziaria due risultati di straordinaria importanza: a) La ricostruzione del centro storico e la sua rinascita sul piano sociale culturale ed economico diventano una priorita’ in tutti gli atti di programmazione di settore che la Regione andra’ ad assumere; b) L’Aquila trova in una legge regionale l’ufficializzazione della sua candidatura a capitale europea della cultura per l’anno 2009.

4) La Giunta Regionale, grazie alla approvazione di un emendamento del Gruppo dell’Italia dei Valori al Dpefr, dovra’ adottare al piu’ presto misure idonee ad impedire il ripetersi di situazioni monopolistiche e di conflitto di interessi – come quella che ha portato allo scandalo della Ecoemme di Montesilvano – non consentendo che il medesimo gruppo imprenditoriale che si occupa di raccolta (anche differenziata) dei rifiuti possa essere poi lo stesso gruppo imprenditoriale che gestisce gli impianti di smaltimento dei rifiuti.

5) La Regione Abruzzo, grazie alla approvazione di un emendamento del Gruppo dell’Italia dei Valori al Dpefr, compie la scelta del “software libero”, avviando un processo di ristrutturazione del proprio sistema informativo che dovra’ concludersi entro il 31 dicembre del 2012.

6) La Regione Abruzzo, grazie all’approvazione di un emendamento del Gruppo dell’Italia dei Valori al Dpefr, compie la scelta dell’utilizzo di sistemi satellitari per la prevenzione e la repressione degli incendi boschivi, una scelta che, dove applicata, ha quasi azzerato il rischio degli incendi boschivi, che in estate puntualmente devastano in territorio della nostra regione.

Altri emendamenti sono stati approvati e molti altri respinti, come quello che reintroduceva la VIS (Valutazione di impatto sanitario) in Abruzzo, quello che vincolava l’Abruzzo al no al nucleare ed al sostegno della istituzione regionale in favore delle iniziative delle Regioni confinanti, quello che avrebbe consentito, soprattutto nei nuovi quartieri del Piano C.A.S.E. a L’Aquila, l’istituzione del servizio del “Nido in Famiglia (Tagesmutter), quello che avrebbe consentito agli studenti dell’Universita’ de L’Aquila di essere esonerati dal pagamento della tassa regionale, o ancora quello che avrebbe determinato l’abolizione delle pensioni per i Consiglieri Regionali (bocciato in Commissione).

Io, insieme ai miei Colleghi del Gruppo in Consiglio Regionale, concludiamo questo anno sereni. Una serenita’ che ci deriva dalla convinzione di aver fatto, dall’opposizione, tutto quello che era nelle nostre possibilita’ fare e di averlo fatto solo ed esclusivamente per l’Abruzzo e per gli abruzzesi.

Da me e da Cece’ D’Alessandro, da Paolo Palomba, da Lucrezio Paolini, da Gino Milano e da Camillo Sulpizio, un augurio sincero a tutti per il prossimo anno.

Carlo Costantini


Articoli correlati per categorie



Comments

0 Responses to "La politica al servizio dei cittadini:CONFERENZA STAMPA DI FINE ANNO di CARLO COSTANTINI"

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario