Lectio magistralis

Napoli, 5 Ottobre 2009 -Facoltà di Scienze Politiche della Federico II di Napoli

Mentre il Presidente della Camera Gianfranco Fini teneva una lectio magistralis in Diritto Costituzionale (Rappresentanza e Governo, a quanto pare, era l’argomento), fuori la Facoltà le forza dell’ordine davano un esempio pratico dell’applicazione dell’articolo 21 della Costituzione. Ecco il nauseante paradosso: nell’aula Spinelli Fini spiega la teoria, mentre fuori la pratica sembra tutt’altra cosa.

Ore 10:15

Tutto tranquillo. Le forze dell’ordine presidiano la zona, nessuna manifestazione e nessun disordine è nell’aria. Alla Facoltà possono accedere solo coloro che sono sulla "lista degli invitati". Questione di ordine. Un centinaio dentro, tutti gli altri fuori, dispersi. Poche decine di studenti davanti la sede Centrale a fare qualche coro, niente di più.

Possibile?Con Fini nella nostra Facoltà, questo è tutto?

Preso dallo sconforto io e Francesca decidiamo di prendere l’iniziativa, ma senza cattive intenzioni e con la sola voglia di esprimere pacificamente il nostro disappunto nei confronti del Presidente della Camera. Con Fini che doveva ancora arrivare, decidiamo di preparare un piccolo cartellone con scritto:

“TORNA A CASA FINI

Apriti cielo! Anche se privo di offese e di fantasia, neanche il tempo di terminarlo che già siamo braccati come i peggiori degli eversivi. Ci chiedono di allontanarci, eppure non abbiamo fatto niente. Io e Francesca protestiamo, è un nostro diritto esprimere il nostro pensiero nelle forme che vogliamo. Arrivano addirittura i rinforzi che ci scortano fino Corso Umberto dove mi prendono le generalità (più tardi, lo stesso poliziotto mi chiederà una seconda volta il documento, solo perché ero rientrato in via Rodinò).
Uno di loro mi spiega che non si poteva esibire il cartellone, innanzitutto per ordine pubblico (???), secondo perchè quello che abbiamo scritto “è opinabile” (???), terzo perchè per le manifestazioni in luogo pubblico (???) bisogna avvertire le forze dell’ordine almeno tre giorni prima. Ci consigliano di andare a leggere la Costituzione. Secondo loro, infatti, la Costituzione dice che avrei dovuto avvertirli,almeno tre giorni fa, di un “corteo” a cui avrebbero partecipato ben 2 persone (io e Francesca) che avevano intenzione di esibire un cartellone con scritto “Torna a casa Fini”. Più tardi scopriamo che mentre prendevamo appunti sulla nuova e revisionista interpretazione del dettato costituzionale, il Presidente Fini entrava felicemente in Facoltà. Occasione persa. Poco male, la nostra “lectio magistralis” già l’avevamo avuta, ed è stata molto più interessante.

Di fatto, ci è stato negato un nostro diritto. E dov’è la novità? Semplice, non c’è.

Poi arriva uno Scodinzolini qualunque (oops Minzolini), che dice che in Italia non esistono problemi democratici che riguardano la libertà di espressione e di stampa.

ps
Prestigiosa la capatina di Fini nella nostra Facoltà, peccato che agli studenti non rimarrà nulla di questo evento. Anzi forse si: la Facoltà non è mai stata così pulita.

Please, wait.

mirco_siri

Articoli correlati per categorie



Comments

0 Responses to "Lectio magistralis"

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario