Esiste per davvero la libertà di stampa in Italia?

Pubblico il commento che ho postato sul sito del Consigliere Comunale di opposizione di Alife dott. Daniele Cirioli ( http://www.vivi-alife.blogspot.com/ che vi consiglio di visitare e di inserire tra i vostri preferiti. L'argomento è la libertà di stampa e la recente manifestazione, a difesa della stessa, tenutasi a Roma. Manifestazione criticata nel suo sito dal dott. Cirioli, che è giornalista professionista.
Il dott. Cirioli è stato candidato sindaco alle recenti elezioni amministrative alifane a capo di una lista civica che ha ottenuto un brillante risultato elettorale, nonostante l'ostracismo delle forze politiche esistenti in città. Soprattutto ha saputo evidenziare, già dalla fase di presentazione del progetto e del programma, una ventata di freschezza e di concretezza che ha trovato poi conferma nella attività amministrativa- trasparente, incisiva e circostanziata- di consigliere di opposizione.
Vi invito a commentare.

Emilio Iannotta

Caro Daniele,
innanzitutto complimenti per il blog e la tua attività di consigliere comunale di opposizione.
Se mi consenti, anche se non condivido alcune tue posizioni politiche e alcune tue riflessioni, provvederò a diffondere il tuo blog tra i miei contatti e all'interno del nostro blog di Italia dei Valori dell'Alto Casertano. Perchè mi è evidente che la tua attività amministrativa e di comunicazione è animata da volontà di servizio e da assoluta trasparenza.
Dicevo che non condivido alcune tue riflessioni.
Ad esempio sulla libertà di stampa.
Credi davvero che vi sia libertà di stampa in un Paese in cui i giornali, e non solo quelli di partito, trovano la principale fonte di sussistenza dal finanziamento pubblico?
Vi è libertà si stampa quando i veri giornalisti rischiano la pelle(vedi Capacchione) o vengono assassinati (vedi il papà di Sonia Alfano)o vivono sotto scorta (vedi Saviano) per aver voluto scrivere di camorra e di intrecci politico- camorristici?
Vi è libertà di stampa quando ottimi giornalisti come Carlo Vulpio vengono accantonati dai loro giornali per aver voluto ostinatamente riferire di indagini che toccano le vicende calabresi o la scalata di giornali e banche a Milano? O quando giornalisti della galassia Mondadori (vedi Facci) vengono puniti per non essersi assoggettati fino in fondo ai voleri dell'editore di riferimento? O quando dei giornalisti vengono denunciati dal Capo del Governo per aver posto delle domande, scomode quando si vuole, ma pur sempre domande?
Potrei continuare molto a lungo, caro Daniele.
Non m i è chiaro, poi, il motivo per cui non hai votato Veltroni alle ultime elezioni politiche e in che modo IDV ha condizionato tale scelta.
Oggi costituiremo l'associazione di base di Italia dei Valori di Alife.
Confido che tra la nostra associazione e la tua persona possa stabilirsi una proficua collaborazione, avendo come obiettivo unicamente il miglioramento della qualità di vita delle nostre comunità e la loro rappresentanza nelle sedi istituzionali.

Emilio Iannotta

Articoli correlati per categorie



Comments

0 Responses to "Esiste per davvero la libertà di stampa in Italia?"

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario