Intervento di Di Pietro a Santa Maria a Vico

Pubblico, tratto dal Mattino di oggi, l'articolo di Claudio Coluzzi a commento dell'intervento che il Presidente Di Pietro ha tenuto ieri a Santa Maria a Vico.

DALL’INVIATO CLAUDIO COLUZZI «La differenza tra noi e gli altri partiti in provincia di Caserta e in Campania è che noi le mele marce le scartiamo, loro se le tengono, anzi le coltivano». Il presidente dell’Idv in piazza Roma a Santa Maria a Vico conclude il suo tour campano. È già in campagna elettorale, non ne fa mistero, «perchè mia madre mi diceva sempre che se si parte presto si arriva in orario». La legalità sarà uno dei cavalli di battaglia dell’ex magistrato cui si aggiunge «lavoro, sanità, occupazione». Al suo fianco c’è un altro ex magistrato, il neo parlamentare De Magistris, che ha dimostrato di avere più di un fan anche nella piazza casertana. De Magistris parla poco ma incalza a fondo il governo Berlusconi: «affida il controllo del territorio alle ronde e alla malavita anzichè dare fondi e uomini alle forze di polizia». Il coordinatore provinciale Idv, Luigi Passariello, ribadisce il sostegno e la fiducia che l’Italia dei Valori ha ricevuto anche in Terra di Lavoro. Poi Di Pietro riprende: «Ormai siamo prossimi al voto anche in Campania e in provincia di Caserta. Noi siamo sicuramente alternativi al governo delle destre con cui non vogliamo avere nulla a che vedere ma anche nel centrosinistra, sia ben chiaro, sceglieremo solo gli uomini che rappresentano una rottura con il malgoverno di queste zone. Che insomma costituiscano una garanzia certa di discontinuità con il passato». «Del resto - continua Di Pietro - anche a poca distanza da qui, a Telese, proprio in questo momento si stanno spartendo e contando voti, tessendo alleanze sui voti. A noi queste cose non interessano. Per essere nostri candidati non bisogna per forza essere dell’Idv, ma bisogna essere soprattutto persone capaci e oneste. Occorre valorizzare la professionalità del Sud e in Campania ci batteremo per un ricambio generazionale della classe dirigente». Applausi. Poi un improvviso black-out. Di Pietro non si fa scoraggiare. «Noi riusciamo a farci sentire anche senza microfoni». L’energia elettrica torna e il presidente dell’Idv riprende l’affondo sulla legalità supportato da un nuovo applauso. «Per noi i delinquenti devono andare in galera. Ma si devono fare carceri più idonee altrimenti si ha la scusa per farli uscire. Una cosa conqunque deve essere chiara, chi è condannato non si deve candidare, nemmeno al consiglio comunale. Io vi confesso - conclude Di Pietro - che quando il mio partito cresce vivo con trepidazione i nuovi ingressi. Noi non siamo disposti ad accogliere chiunque, ripeto, le mele marce le rispediamo al mittente».


Articoli correlati per categorie



Comments

0 Responses to "Intervento di Di Pietro a Santa Maria a Vico"

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario