Che ne sarà del popolo viola? CHI HA PAURA DELLA RETE?

Pubblico, tratto da http://andreainforma.blogspot.com/ il blog del nostro attivista di Pietramelara Andrea De Luca, un articolo avente per oggetto la mobilitazione di massa che ha caratterizzato il NO B DAY, e le iniziative che la rete metterà in essere per dare continuità e prospettive alla volontà e alla determinazione di tanti giovani che non vogliono uniformarsi al "pensiero unico" berlusconiano. Essi vorrebbero che il Governo si occupasse di ricerca, innovazione, università, formazione, lavoro invece di occupare il Parlamento quasi esclusivamente per inventarsi norme, spesso francamente incostituzionali, tese a salvaguardare un uomo solo.

A tal riguardo invito tutti, e in particolare i nostri giovani, a partecipare all'evento: "CHI HA PAURA DELLA RETE", organizzato da LUIGI DE MAGISTRIS, che si terrà a Napoli il 18 dicembre, a partire dalle ore 17, 30, presso il Teatro Mediterraneo della Mostra d'Oltremare.

Emilio Iannotta

Che ne sarà del popolo viola dopo la manifestazione di sabato a Roma? E' la domanda che mi pongo anche io in questo momento. Sabato la manifestazione, grazie alla potenza e all'impatto scaturito dalla rete, ha avuto una risposta impressionante nei numeri. E tralasciando la 'guerra di cifre' su quante persone c'erano, si deve riflettere però su un altra cosa, sul significato. Bisogna guardare alla qualità, non alla quantità. Mandare a casa Berlusconi è stato il desiderio di tutta quella gente che era presente sabato a Roma, che ne siano state 90.000 o 500.000 sinceramente non ci interessa più di tanto. In ogni caso c'è da dire che troppa gente si è stufata di Berlusconi ma anche del suo governo, incapace di reagire alla crisi economica e troppo radicato in pensieri e mosse di orientamento filo-fascista e xenofobo.

Proprio per questo motivo, io credo che non ci si debba fermare al 5 dicembre. La gente che si è riversata in piazza sabato ha dato un chiaro segnale di risveglio. Se centinaia di migliaia di persone si radunano tutte insieme e protestano, un motivo ci sarà. Ed è un fatto positivo che fa sperare e, a mio parere, questo non deve essere un dettaglio, ma anzi un punto su cui riflettere e ripartire.Probabilmente l'hanno pensato anche gli organizzatori del No B Day. Infatti da oggi, su Facebook, è stata aperta la pagina 'Il popolo viola'. L'obiettivo principale rimane quello di chiedere le dimissioni di Berlusconi. Ma non solo. In questa pagina si vuole costruire un progetto (non un partito) di rinnovamento per il Paese a partire dalle proposte della gente comune. Non ci fermiamo. La rivoluzione viola deve continuare.

Andrea De Luca



Articoli correlati per categorie



Comments

0 Responses to "Che ne sarà del popolo viola? CHI HA PAURA DELLA RETE?"

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario