Verso un nuovo percorso costituente

Verso un nuovo percorso costituente di Antonio Di Pietro

E’ stata una campagna elettorale dura, caratterizzata da toni violenti nei nostri confronti, da una stampa che ci ha ignorato e, in moltissime occasioni, attaccato. Per mesi siamo stati in trincea a difenderci dalle dichiarazioni denigratorie da parte degli esponenti della maggioranza, ma persino degli alleati. Ma non ci siamo arresi e siamo scesi nelle piazze, volantinando, parlando e spiegando ai cittadini quello che i media non ti dicono, quello che l’informazione di regime ti nasconde. Comunque alla fine il responso delle urne ci ha premiato con un otto per cento pieno. Un voto degli elettori che hanno voluto dare il loro assenso alla nostra azione determinata, alla nostra ferma opposizione al governo Berlusconi, al nostro
linguaggio chiaro, alle nostre proposte politiche e alle facce pulite e competenti dei nostri candidati. Si, c’è ancora un’ Italia che vuole reagire, che vuole essere rappresentata in Europa da cittadini onesti, puliti, con storie personali encomiabili: il voto lo ha dimostrato.
Adesso l’obiettivo non è solo quello di fare opposizione al Governo Berlusconi, ma di cominciare a costruire, da subito, una valida e seria alternativa a questo Esecutivo, un’alternativa a questo modello berlusconiano e piduista. Per questo, L’IdV si prepara ad un nuovo percorso costituente che avrà inizio già il prossimo 22 giugno con la convocazione dell’Esecutivo Nazionale del partito, durante il quale verranno deliberati tempi, regole e modalità per affrontare la fase congressuale. Una fase che darà il via ad un congresso programmatico
nazionale con l’intento di spersonalizzare il partito, di proporre una rifondazione
strutturale e organizzativa, per varare un programma serio e credibile di governo per il Paese. Per questo occorre anche una nuova ‘macchina’ di persone qualificate e competenti che diverranno la nuova classe dirigente dell’Italia dei Valori, naturalmente non escludendo, anche e soprattutto, coloro che per primi hanno seminato e lavorato sodo in questi anni per il nostro partito. Una struttura capace di affrontare questo grande impegno, questa sfida che mira ad un partito che si faccia anello di congiunzione con quella parte della società civile distante dalla politica perché non si sente rappresentata come meriterebbe, e che vuole reagire per fermare il grave scempio che questo governo sta perpetrando: la devastazione
della democrazia. A questo punto la sfida dell’Italia dei Valori è quella di meritare la fiducia degli
elettori, sono sicuro che la vinceremo. C’è chi fugge dal dialogo con i cittadini e si rifugia nelle stanze del potere, tra le mura del Palazzo, nei talk show televisivi, noi, invece, vogliamo quel dialogo, lo chiediamo a gran voce perché ci sentiamo dalla stessa parte dei cittadini.
Siamo l’unico partito italiano, assieme alla Lega, che non é nato da scissioni o assemblaggi
di vecchi partiti e non è il frutto di scomposizioni e ricomposizioni, ma è fiorito dal basso spontaneamente, in risposta ad una richiesta che veniva dalla società civile.
Proprio per essere vicini ai cittadini e radicarci nelle differenti realtà locali, creeremo dei punti di riferimento laddove non ci sono: apriremo nuove sedi e promuoveremo nuovi e frequenti momenti d’incontro. Ad oggi, le sedi dell’IdV presenti nelle differenti regioni e province sono mille. Vorrei che arrivassimo a contarne diecimila. Inoltre, investiremo ancora di più su
internet, che è già per noi un punto di contatto importantissimo per comunicare direttamente con i cittadini e fronteggiare la disinformazione di questo regime. Infatti, la rete è rimasta l’unico baluardo della libertà di informazione in un sistema ormai completamente asservito agli interessi
del padre padrone Berlusconi. A tal proposito, c’è in cantiere anche l’idea di lanciare una tv via internet e di fare del sito dell’Italia dei Valori un portale e un social network. Insomma, le idee sono tante e la scommessa è grande.
Vorrei ringraziare tutti i nostri elettori per la fiducia che ci hanno dato. E’ un grazie sentito da parte di chi è consapevole delle responsabilità di cui è stato investito.

Articoli correlati per categorie



Comments

1 Response to "Verso un nuovo percorso costituente"

Francesco Ruzzo ha detto... 2 luglio 2009 12:29

Uno di questi nuovi punti speriamo, faremo di tutto, affinchè staia anche a Pietrmelara!Lunedì 6 Luglio alle 21 abbiamo l'assemblea per raccogliere nuove tessere e avviare già i primi passaggi per cerare questo nuovo coordinamento locale!

Cerca nel blog

Contatta IDV Alto Casertano

scrivi a:
idvaltocasertano@yahoo.com

idvgiovanialtocasertano@yahoo.it

In rilievo

Etichette

Archivio blog

Calendario